Aspetti tecnici della Formula 1
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Aspetti tecnici della Formula 1

Aspetti tecnici delle competizioni di Formula 1 ed implicazioni della strutturazione della preparazione atletica del pilota.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Per maggior chiarezza, prima di elencare quali sono le sollecitazioni che provano i piloti alla guida di una Formula Uno, prima ancora di parlare di allenamento, è necessario fare una premessa inerente gli aspetti tecnici della Formula uno, ad uso e consumo dei meno informati.

Il Campionato mondiale di Formula 1 è articolato su 19 gare che si disputano tra marzo e ottobre, con cadenza di una settimana o di quindici giorni tra un appuntamento e l'altro.
Nell'arco di tempo che separa due Gran Premi, o nel periodo invernale in preparazione del Campionato, ci sono i test, ossia le prove che si svolgono sui alcuni circuiti del mondiale o, nel caso della Scuderia Ferrari, sulle loro piste private, (circuiti del Mugello e di Fiorano vicino alla sede del Team: Maranello).
Si svolgono con una o due vetture, identiche alle macchine da gara; per i test privati la Ferrari ha altre due squadre, di circa 40/50 componenti anch'esse nella medesima composizione tecnica della squadra di gara vera e propria, cioè con ingegneri, tecnici motoristi, veicolisti, cambisti, gommisti, meccanici, ecc.
Sono ammesse a partecipare al Campionato mondiale di Formula 1 vetture a ruote scoperte, spinte da motori di 3000 centimetri cubici, capaci di sviluppare potenze prossime a 900 cavalli e velocità superiori ai 350 km/h.
Le singole competizioni si svolgono nell'arco di tre giornate successive: il venerdì, dedicato alle prove libere, il sabato mattina, dedicato alle prove libere, e dalle 13 alle 14 alle qualifiche che determinano lo schieramento di partenza del giorno successivo.
La domenica ha luogo la seconda sessione di qualificazione che determina la composizione della griglia di partenza e l'evento più importante del week end: il Gran Premio, al quale prendono parte 20 piloti. La distanza media da percorrere per ogni singola competizione si aggira attorno ai 300 km. per una durata che varia dai 90 ai 120 minuti a seconda del tipo di circuito e dalle condizioni meteo.
La vettura viene concepita sulla base di precise esigenze tecniche e aerodinamiche che relegano in secondo piano il confort del pilota, spesso costretto a guidare in abitacoli angusti e ristretti.