La velocità nel DNA - terza parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

La velocità nel DNA - terza parte

Implicazioni genetiche nell'espressione e nel miglioramento della velocità in un atleta. Approfondimenti sulla forza, la rapidità, la resistenza alla velocità.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

La forza

Anche la forza rientra nelle doti di un velocista. Pur essendo senz'altro allenabile, non tutti i velocisti ne fanno uno dei loro punti di vantaggio, perché diversi sono i livelli di forza naturali per ogni individuo; rimane comunque un parametro imprescindibile.

Allenare la forza massima é essenziale per poi trasformare i carichi in forza esplosiva, di cui il velocista deve essere dotato, come illustrato nel capitolo riguardante l'allenamento.

Per forza massima si intende la massima capacità di un muscolo di vincere una resistenza.

La forza esplosiva é invece la capacità neuromuscolare di contrarre contemporaneamente un elevato numero di miofibrille, che si manifesta con contrazioni potenti, ossia la capacità di esprimere elevate quantità di forza in tempi molto ristretti.

Oltre alla forza massima e alla forza esplosiva, fondamentale é anche la forza elastica, che è la capacità dei muscoli di accumulare energia elastica nella fase eccentrica per poi utilizzarla nella fase concentrica.

Anche queste, seppur allenabili, sono qualità strettamente correlate al corredo genetico dell'atleta.

La rapidità

È la capacità di eseguire nel più rapido modo possibile un singolo gesto, frutto e commistione delle varie caratteristiche espresse finora.

La resistenza alla velocità

È la capacità di un velocista di mantenere il più a lungo possibile la massima velocità.
In un certo senso misura quindi, se rapportata ad un parametro spaziale, l'accumulo di idrogenioni H+ nel muscolo. Èuna qualità che può essere migliorata con l'allenamento ma sempre entro i limiti delle capacità individuali e delle personali riserve energetiche del muscolo.