Conclusioni
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Conclusioni

La completezza e l'adattabilità del metodo ha portato nel giro di poco tempo al controllo del corpo, alla concentrazione, al recupero di una postura più naturale e corretta.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Conclusioni

Nella società primitiva l'esercizio veniva per lo più praticato attraverso la caccia e la raccolta, necessari per poter mangiare. Oggi il movimento non è più considerato un mezzo per raggiungere un fine. Nel mondo civilizzato di oggi, l'esercizio fisico non è più legato alla sopravvivenza, bensì a fare la coda al supermercato- attività che non fa esercitare né mente né corpo.

"Il benessere fisico è il primo requisito per la felictià"(J.H.Pilates.) (79)

Il movimento, incide positivamente sui fattori che determinano ansia, stress, depressione , allentando tensioni che vanno ad incidere negativamente sulla visione della vita. Se poi, il movimento è svolto in compagnia, diventa fattore di socializzazione, divertimento, svago. Il piacere, infatti, costituisce la motivazione principale alla pratica motoria.

L' educazione al movimento opera a rendere a trasformare il dinamismo in vera e propria motricità, ossia in capacità dell'individuo di compiere tutti quei movimenti finalizzati all'esecuzione di determinate azioni. Senza movimento, senza la vita, non può esistere l'educazione.

"Insegnare ad imparare a stare bene" e, di conseguenza, "imparare ad imparare a stare bene" (80) risulta indispensabile per innescare un processo in cui lo star bene è essenzialmente un sentirsi bene vivendo, cioè, sempre di più e sempre con maggiore consapevolezza la dimensione soggettiva della propria vita. La formazione al benessere deve consistere, quindi, in una sensibilizzazione di tutti al benessere, basata sull'idea che tutti possiamo imparare a star meglio e che il benessere non è soltanto una questione di quantità di risorse ma soprattutto di qualità di scelte, individuali e sociali.

Nostro obiettivo è, puntare sempre al cambiamento in meglio degli individui, accompagnandoli per tutta la vita nella conquista dell'autonomia e della propria umanità, perché il senso pieno del movimento è senso pieno dell'energia vitale, dell'educazione, dell'amore per l'uomo, in tutte le sue forme. Il Pilates nel suo piccolo favorisce nell' adolescenza di correggere difetti e vizi posturali e nella tarda età aiuta a riacquistare l' elasticità del corpo e la freschezza della mente portando inevitabilmente a migliorare la condizione della vita. La completezza e l'adattabilità del metodo ha portato nel giro di poco tempo al controllo del corpo, alla concentrazione, al recupero di una postura più naturale e corretta. Premio per l'impegno nel Pilates è una sensazione completamente nuova di benessere che ha entusiasmato il gruppo campione. Il risultato della sperimentazione ha dimostrato come questa sensazione è stata percepita dal gruppo campione e come è variata a distanza di soli sei mesi di attività. Ad Ottobre, quando abbiamo iniziato, c'era molto scetticismo e indifferenza verso il metodo, le difficoltà più grandi si sono avute nella percezione e nell'ascolto del corpo, nella respirazione e nel coordinamento della respirazione con il movimento. Mi sono resa subito conto di quanto poco conoscevano il proprio corpo, ma mi sono bastate poche lezioni per trasformare lo scetticismo in divertimento e passione, anche l'ambiente confortevole e rilassante ha giocato il suo ruolo e lezione dopo lezione i problemi e le tensioni quotidiane hanno lasciato spazio alla mente e alla concentrazione. In poco tempo il Pilates è diventato per il gruppo campione un lavoro piacevolmente duro portando ad avere più resistenza fisica, più energia, più flessibilità, più elasticità. Hanno imparato a conoscere e muovere parti del corpo di cui ignoravano l'esistenza e attraverso l'allungamento, la contrazione ed il rilassamento hanno ritrovato l'equilibrio fisico e psichico. Hanno corretto posture errate e atteggiamenti viziosi, hanno imparato a vivere il Pilates nella vita di tutti i giorni. Hanno acquisito il senso di rilassatezza ed armonia, di avere un corpo più sciolto e libero nei movimenti e di una concentrazione mentale più forte. Inoltre, sappiamo quanto il benessere fisico vada ad incidere in quello psichico e sociale, per cui l'aver ottenuto un miglioramento nel corpo ha portato a migliorare anche l'umore ed il rapporto con gli altri, migliorando così la qualità della vita di ognuno di loro.Il metodo Pilates, a mio parere, è ottimo sotto tutti i punti di vista, dà risultati sorprendenti, aiuta a ristabilire l'equilibrio con il corpo che spesso si perde, l'introduzione del Matwork ha portato il Pilates disciplina alla portata di tutti e non riservata a pochi scelti come lo è stato per molti, troppi anni.

  • 79Erika Dillman, Pilates come tenersi in forma con il metodo della ginnastica armonica, Oscar Mondadori, Cles 2008
  • 80Estratto da un articolo nel sito www. Nutrizione umana.it