Osservazione
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Osservazione

Il 03 Ottobre 2008 prima lezione di Pilates Matwork è avvenuta la consegna al campione di riferimento, del test del "benessere psico-fisico" per sondare lo stato di salute e all'inizio del periodo di osservazione.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Osservazione

Questa parte è dedicata interamente all' osservazione portata avanti per poter dimostrare che, tutto ciò detto nelle pagine precedenti, si riscontra quotidianamente nella realtà.

L'osservazione si è svolta nel centro fitness in cui lavoro da circa dieci anni, Athena health & fitness, con sede a San Salvo in provincia di Chieti.

L' intento, è dimostrare come attraverso la pratica del metodo Pilates sia possibile sviluppare la consapevolezza del proprio corpo, migliorare la postura, l'armonia del movimento, aumentare la flessibilità delle articolazioni, l'elasticità, la forza dei muscoli e l'organizzazione della respirazione, riportando il corpo ad un funzionamento ottimale.

La posizione e il movimento di ogni parte del corpo sono estremamente importanti, e il corpo si muove come un sistema integrato. Quanto più correttamente si usa il corpo nel corso degli esercizi, tanto più correttamente lo si userà in ogni altra circostanza. La postura migliorerà e scompariranno rigidità e tensioni.

Praticando regolarmente gli esercizi di Pilates non si otterrà solo benefici fisici, ma potremo ottenere benefici anche psichici con il ritrovato equilibrio mente/corpo e l'aumento progressivo dell'autostima. Allevia i problemi legati allo stress e all'ansia, diminuisce la tensione e la stanchezza, previene la depressione, mantiene la mente sveglia e attiva, migliora la respirazione rendendola più lenta e profonda.

L' osservazione è stata strutturata in tre fasi:

  • Fase iniziale – Strutturazione del test per la valutazione dello stato di salute psico-fisico;
  • Fase centrale – Somministrazione test e applicazione del metodo Pilates;
  • Fase finale – Analisi e comparazione dei dati dell'osservazione.

Fasi dell'osservazione

Fase iniziale

Questa prima fase ha visto la progettazione e lo sviluppo di un test, intitolato del "benessere psico fisico".

Ogni persona, per cultura, storia personale, livello sociale ed economico, ha un' idea diversa e spesso poco chiara del concetto di benessere e rilassamento. L'attenzione delle persone è, per la maggior parte incentrata sul proprio aspetto fisico traendo un incredibile carica emozionale dal raggiungimento di questo traguardo. Ci si può rendere conto che per alcuni il benessere riguarda esclusivamente il proprio corpo, per altri la propria mente per altri ancora l'astrazione dal corpo e dalla mente. In realtà il benessere è sempre uno stato contemporaneamente fisico e psichico. Ognuno di noi per potersi avvicinare al proprio stato di benessere deve quindi potersi liberare dalle tensioni mentali e fisiche che costituiscono lo stato di malessere, più comunemente chiamato STRESS. I sintomi più ricorrenti del superamento della soglia di massima tollerabilità dello stress sono: male alla testa al risveglio, interruzione del sonno notturno, difficoltà di concentrazione, voglia di isolarsi dagli altri, aumento della frequenza cardiaca, dolori articolari generalizzati.

Il test, anonimo, si compone di quindici domande a risposta chiusa con quattro possibili varianti ciascuna: mai, qualche volta, spesso, sempre; è preceduto da una parte anagrafica relativa alla richiesta del sesso, dell'età, della professione e se, praticano o meno attività fisica.

Scopo del test è misurare lo stato di benessere psicofisico allo scopo di prevenire eventuali stati di malessere o per migliorare lo stato di benessere raggiunto.

Test

Fase centrale

La tecnica che in origine era stata chiamata "Contrology", l'arte del controllo insiste sull'importanza dell'uso della mente, postura e respirazione elementi essenziali su cui si basano tutti gli esercizi, svolti sul materassino (matwork), considerati il nucleo del metodo.

Il gruppo campione, costituito da 22 persone, rappresenta gli iscritti al corso di Pilates Matwork del centro fitness per la stagione 2008/2009.

L'osservazione è durata sei mesi, da ottobre 2008 ad aprile 2009.

Le lezioni, che nel range di lavoro (ottobre-aprile), si sono svolte regolarmente, sono state strutturate in un ora ciascuna con frequenza bisettimanale, lunedì e giovedì, martedì e venerdì .

Il giorno 03 Ottobre 2008 prima lezione di Pilates Matwork è avvenuta la consegna al campione di riferimento, del test del "benessere psico-fisico" per sondare lo stato di salute ad inizio attività, e all'inizio del periodo di osservazione.

Il Pilates matwork consiste nell'adottare delle posizioni e nell'effettuare dei movimenti in un ordine preciso. L'obiettivo è di far lavorare, alternativamente, tutte le fasce muscolari, a volte in combinazioni non abituali, insistendo soprattutto sulla parte bassa del busto (addominali e glutei). La maggior parte degli esercizi nel Matwork si effettua senza attrezzi complementari, a parte un tappetino. Nelle fasi intermedie ed avanzate si fa ricorso ad alcuni accessori: la palla. che costringe ad adottare una posizione perfetta per mantenere l'equilibrio e non cadere. l'elastico, permette di effettuare degli allungamenti e degli esercizi di resistenza; il cerchio, va messo tra le gambe o tra le braccia per aumentare la muscolatura delle cosce e delle braccia nonchè dei pettorali; il roller, un tubo morbido, spesso e di media lunghezza, che permette di stimolare l'equilibrio.

Essendo il gruppo di osservazione composto da allievi che per la prima volta frequentavano un corso di Pilates Matwork, si è iniziato da esercizi preparatori che sviluppano un carico di lavoro ed una percezione dello sforzo minima. Si è lavorato molto sulla propriocezione, sulla respirazione e in particolare sulla "Lateral Breathing" (respirazione laterale), sulla mobilità della colonna vertebrale, sulla mobilità di tutte le articolazioni, introducendo man mano gli esercizi e le figure codificate Pilates in versione Base.

Schema generale di una lezione

A. WARM UP / Riscaldamento in piedi

  • Respirazione
  • Allungo assiale
  • Appoggi dei piedi / distribuzione del peso
  • Collo, spalle, bacino / mobilizzazione del neutro, mobilizzazione del cingolo scapolare e delle braccia
  • Allungo in inclinazione laterale

B. MATWORK BASE

Tra 6 e 8 esercizi (con numero di sfide motorie da 1 a 3 massimo per esercizio)

  • Esercizi di flessione ed estensione
  • Esercizi di chiusura ed apertura
  • Esercizi di forza e mobilizzazione

C. FASE FINALE

  • Lavoro di propriocezione del corpo
  • Respirazione
  • Equilibrio
  • Rilassamento
Le lezioni si sono succedute nei sei mesi secondo lo schema generale, gli esercizi del programma base sono scelti per agevolare l'apprendimento e l'adattamento fisico. La persona così, può di volta in volta, intraprendere nuove sfide con variazioni più intense o con nuovi esercizi (programma intermedio, avanzato, uso piccoli attrezzi). Si è prediletto alcuni principi fondamentali rispetto ad altri ai quali si arriverà più avanti nell'intermedio e avanzato, come la concentrazione, il controllo, la respirazione, la centralizzazione.

Schema di progressione degli esercizi:

Progressione
  • 78Dei 18 soggetti che praticano attività fisica, 9 hanno considerato nella pratica dell'attività fisica il Pilates, mentre gli altri 9 praticano regolarmente attività fisica oltre il Pilates.