Periodizzazione del lavoro alla corsa - seconda parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Periodizzazione del lavoro alla corsa - seconda parte

Periodizzazione del lavoro preparatorio per la corsa, analisi del periodo fondamentale intensivo e del periodo speciale.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Periodo fondamentale intensivo

Obiettivi principali

  • Sviluppo della velocità nei suoi corretti aspetti tecnici
  • Sviluppo della struttura della rincorsa nei suoi aspetti tecnici e ritmici

Obiettivi secondari

  • Puntualizzazione del gesto tecnico
  • Mantenimento della capacità di accelerazione

Sedute settimanali dedicate alla corsa: 5 – 6

Principali mezzi utilizzati (rivolti agli obiettivi)

  • Corsa in progressione su tratti di 50-80m. effettuata aumentando la velocità rispetto ai periodi precedenti
  • Corsa in condizione di difficoltà ad intensità alta, sempre su distanze brevi – 30/50 m.
  • Corsa lanciata con velocità pianificata e controllata, con tratti lanciati fino a 20 m.
  • Prove ripetute su tratti di 150-300m. con cura della decontrazione ad intensità crescente (900 – 1200 m.)
  • Prove ripetute su tratti di 60 – 120 m. (600 – 1000 m.)
  • Addestramento alla corsa ritmica: ampia, frequente, balzata, normale, ad intensità medio-alta su distanze di 60 m.
  • Corsa tra 5-6 ostacoli con 7-5 passi (intensità medio-alta)
  • Corsa con variazione di velocità come nel periodo precedente anche in combinazione con rincorse
  • Rincorse ritmiche e maggiorate

Periodo speciale

Obiettivi principali

  • Sviluppo massimale della velocità assoluta
  • Sviluppo della capacità di utilizzo della velocità nella rincorsa

Obiettivi secondari

  • Mantenimento degli aspetti tecnici e ritmici della rincorsa

Principali mezzi utilizzati (rivolti agli obiettivi)

  • Corsa in progressione come nel periodo precedente con aumento della velocità in funzione della frequenza
  • Corsa difficoltata con elastico o cintura ad alta intensità
  • Corsa facilitata con elastico, in combinazione con prove normali su tratti di 30-40 m
  • Corsa lanciata alla max. velocità su tratti di 10-20m. con 20-40m. di lancio
  • Combinazioni di corsa in progressione + tratti lanciati (es. 20+20+20+20; doppio cambio: 30+20+10 ecc.)
  • Prove ripetute su 80-120m. ad intensità sub-massimale mantenendo i classici obiettivi tecnici; (600 – 900 m.)
  • Corsa ritmica come nel periodo precedente ed in funzione delle necessità individuali dell'atleta
  • Rincorse tecniche e ritmiche
  • Ripetute brevi 30 – 60 m. (300 – 600 m.)
  • (1)Corsa tra 4-5 ostacoli con 7-5-3 passi in varie combinazioni curando sia l'ampiezza sia la frequenza del passo in funzione delle esigenze individuali (intensità alta)
  • Corsa con variazioni di velocità in combinazione sia con rincorse complete che con la corsa tra gli ostacoli