Instabilità di spalla: trattamento conservativo
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Instabilità di spalla: trattamento conservativo

Anatomia della spalla e le principali cause di instabilità La corretta terapia in caso di instabilità della spalla

Cerca tra i nostri articoli

Spalla: instabilità gleno-omerale

La spalla è un'articolazione complessa, sia da un punto di vista anatomico che biomeccanico. È tra le articolazioni più mobili del nostro corpo e permette l'esecuzione di movimenti complessi e raffinati, ma allo stesso tempo la sua situazione anatomica può condizionarne sensibilmente la stabilità (vedi anche Infiammazione dell'articolazione della spalla )

Anatomia della spalla

Nella chirurgia ortopedica, le ossa vengono considerate in primis come una connessione rigida che viene mobilizzata, poi come punto di inserzione per legamenti, muscoli e tendini, ed infine come struttura di supporto per mantenere importanti rapporti anatomici tra i tessuti molli circostanti. Le articolazioni ossee hanno due funzioni opposte: permettere il movimen

Spalla: muscoli coinvolti nel movimento

Muscoli scapolotoracici Trapezio Romboidi Elevatore della scapola Dentato anteriore Piccolo pettorale Succlavio Muscoli che incrociano due o più articolazioni Grande pettorale

Scapola: anatomia, ruolo e funzionalità della scapola

È un osso piatto, sottile, di forma triangolare, con la base superiore e l'apice inferiore che si applica alla parte posterosuperiore del torace, a un livello compreso fra la terza e la settimana costa. Si descrivono una faccia anteriore o costale, una faccia posteriore o dorsale, tre margini di cui uno mediale o vertebrale, uno laterale o ascellare e uno superiore, ed infine tre

Clavicola: anatomia e funzione

È un osso a forma di S italica che si estende trasversalmente, al davanti della prima costa, dal manubrio dello sterno all'acromion della scapola. Essa è formata da un corpo e da due estremità di cui quella mediale è detta sternale e quella laterale è detta acromiale. Il corpo forma una doppia curva con una convessità anteriore, volta medialmente, e una concavità posteriore, v

Omero: analisi anatomica e articolare

È un osso lungo che forma lo scheletro del braccio. Si articola superiormente con la scapola e inferiormente con le due ossa dell'avambraccio, radio e ulna. È formato da un corpo e da due estremità, prossimale e distale. Il corpo dell'omero ha forma quasi cilindrica in alto, prismatica triangolare in basso. Presenta una faccia anteromediale, una faccia anterolaterale