Flessioni o piegamenti sulle braccia
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Flessioni o piegamenti sulle braccia

Molti usano indistintamente il termine flessioni e piegamenti sulle braccia, ma non si tratta della stessa cosa! Quali sono le differenze?

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Flessioni o piegamenti sulle braccia

In questo caso l'errore è solo nella denominazione dell'esercizio e non da un punto di vista sostanziale.
Ci riferiamo alla denominazione dell'esercizio comunemente svolto con i palmi delle mani in appoggio al suolo, con le braccia perpendicolari al piano ed il corpo proteso indietro, con ulteriore appoggio sui piedi. Da questa posizione, sfruttando il lavoro a carico della muscolatura pettorale e del tricipite, viene eseguito un movimento di allontanamento ed avvicinamento del tronco rispetto al suolo, mantenendo il corpo allineato in ogni fase.

Questo esercizio, comunemente denominato "flessioni", rappresenta invece un "piegamento sulle braccia". Definiamo infatti i "piegamenti" come quei movimenti che consento il passaggio degli arti da un atteggiamento lungo ad uno breve, mantenendo in queste fasi l'appoggio al suolo con le mani o con i piedi, ovvero quando i muscoli estensori lavorano in contrazione eccentrica.

Le flessioni invece rappresentano un analogo movimento, ma svolto senza appoggio delle mani o dei piedi ad un piano o ad un attrezzo.

Ribadiamo che si tratta di un problema di denominazione, ma riterreste professionale un elettricista che vi chiedesse una tenaglia indicando un cacciavite?!