NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925
CORSI IN SEDE
CORSI ONLINE
CASA EDITRICE
ALLENAMENTO

L'editoriale

di Pierluigi De Pascalis

Gli infortuni nel calcio

Il calcio è uno sport di squadra ad impegno aerobico-anaerobico alternato ; è diffuso in tutti i continenti (in Europa ci sono all’incirca 25 milioni di praticanti e 250 milioni in tutto il mondo) e soprattutto conta milioni di tesserati nel nostro Paese. I suoi appassionati lo considerano “il gioco più bello”, “il più semplice”, meraviglioso, ma in realtà al s

La supercompensazione

Il processo di miglioramento delle prestazioni passa attraverso un iter fondamentale che, dall'allenamento (somministrazione di un elemento di stress organico), porta al miglioramento della prestazione (adattamento organico allo stress indotto). Tale iter si svolge come segue: Somministrazione dello stress Alterazione dell'equilibrio Adattamen

Glicemia in condizioni normali di riferimento

Nell'individuo nomale il livello di glucosio oscilla nel corso della giornata da un valore di 60-75 mg/dl al mattino a un massimo di 130-150 mg/dl dopo i pasti . Alla base di questa precisa regolazione, c'è un complesso sistema ormonale dalle funzioni integrate. Durante le 24 ore si ha un'alternanza tra i pasti e periodi di digiuno (che possono durare 10-12 ore); mantener

La betaossidazione degli acidi grassi

Gli acidi grassi entrati nel citosol, non possono passare direttamente la membrana mitocondriale, subiscono quindi una preventiva serie di azioni enzimatiche. La prima, ad opera di isozimi posti sulla membrana mitocondriale esterna ( acil CoA sintetasi ) catalizzano la reazione: Acido grasso + CoA + ATP acil-CoA + AMP + PP i Gli isozimi agiscono sulle catene carbo

Gluconeogenesi

Prima di affrontare la gluconeogenesi sarebbe opportuno indicare brevemente i principi alla base delle biosintesi. Il primo principio dice che la via seguita dalla biosintesi di una molecola è normalmente differente dalla via che ne consente la degradazione e, pur potendo condividere molte reazioni reversibili, almeno una fra queste deve essere caratterizzante di una sola reazion

Storia dell'allenamento funzionale

Possiamo parlare di allenamento funzionale già a partire dall'antica Grecia dove gli spartani, che avevano fatto dell'allenamento la chiave di volta della loro società, possono essere considerati i precursori del moderno functional training. Poco prima della battaglia delle Termopili (480 A.C.) gli spartani nei loro accampamenti erano quotidianamente impegnati ad allen

Prevenzione cardiovascolare

Il termine "prevenzione" si riferisce a qualsiasi atto finalizzato a ridurre la possibilità che un evento, generalmente indesiderato, si verifichi. In ambito cardiovascolare, esso identifica una serie di azioni coordinate, a livello pubblico e individuale, volte a debellare, eliminare o ridurre al minimo l'impatto delle malattie cardiovascolari (MCV) e delle relative disabi

Impedenziometria e pesata idrostatica

Impedenziometria Tra i sistemi volti a migliorare sempre di più il grado di attendibilità dei risultati forniti, e la semplicità di utilizzo, è da menzionare la misurazione impedenziometrica . Tale misurazione è effettuata con appositi strumenti (maniglie, bilance o elettrodi) in grado di far passare una micro corrente all'interno del corpo umano (assolutamente non fast

Definizione e organizzazione dell'allenamento

Prima di addentrarsi nelle modalità organizzative, sarà opportuno chiarire cosa si intende in questa sede con il termine allenamento . Definiamo l' allenamento come l'insieme degli interventi e stimoli di tipo fisico e psicologico finalizzati al miglioramento di una prestazione. Va da se che, ciascuna prestazione, è altresì assoggettata ad un margine di miglioramento, anche

Squat: analisi biomeccanica e funzionale

Esecuzione dell'esercizio Dalla stazione eretta posizionare il bilanciere sulle spalle, impugnando con i palmi delle mani rivolti in avanti. Divaricare le gambe con una larghezza prossima a quella delle spalle, piante dei piedi lievemente extraruotate. Da questa posizione flettere le ginocchia con la schiena estesa, sino a porre il femore idealmente parallelo

Principi di allenamento per body builder intermedi

Principio della priorità muscolare Tale principio trova la sua applicazione quando l'atleta è in una fase in cui alcuni muscoli rispondono, o hanno risposto, in maniera migliore all'allenamento impartito rispetto ad altri muscoli. Si fonda sulla possibilità di dare una priorità di allenamento ai distretti che appaiono carenti o più refrattari nel forn

Principi di allenamento per body builder principianti

Principio della progressione dei carichi Il principio della progressione dei carichi è in realtà un cardine generale dell'allenamento ed elemento di base per innescare il processo di supercompensazione . Viene utilizzato in tutte le discipline sportive con specifici adattamenti al tipo di prestazione motoria richiesta e, naturalmente, anche nell'ambito dell'allena

Body building limiti e vantaggi di una disciplina

Quando si parla di fitness è inevitabile associare a questo termine l'immagine di un soggetto intento ad allenarsi all'interno di un centro sportivo, molto spesso al lavoro con l'uso di pesi e macchine per la stimolazione muscolare. Il body building, con i suoi limiti e i suoi difetti, ma anche con i suoi vantaggi ed i suoi pregi, è certamente una delle discipline che più d

Analisi della composizione corporea: la plicometria

Se al di fuori del mondo sportivo, una semplice valutazione del peso corporeo può fornire un dato attendibile sullo stato di un soggetto (sovrappeso, sottopeso, normopeso), avvicinandosi alla pratica sportiva, tale modalità non è più sufficiente. Occorre inevitabilmente accedere a strumenti di rilevazione maggiormente precisi , tanto più se ci si rivolge a

Articolazioni e legamenti del piede

Dalla caviglia alle falangi distali, si contano 32 articolazioni e un centinaio di legamenti. La caviglia è un'articolazione molto mobile e molto solida capace di sopportare il peso del corpo in movimento. La solidità è assicurata essenzialmente dagli elementi ossei, dai tendini e dai potenti muscoli estrinseci (tibiali e peronei) e dai legamenti laterali e mediali.